Pagina 1 di 1

Opera - Replay tv - Rai5

MessaggioInviato: 27/05/2012, 9:56
da Tuttiallopera
Giovedì 31 Maggio, dalle 21.10 su RAI5


Masnadieri

di Giuseppe Verdi
libretto di Andrea Maffei

Schiller e il melodramma di Verdi
Libretto pdf
Trama pdf
Contenuto Riservato agli Iscritti
Riservato agli Iscritti


Immagine

Cast
direttore: Nicola Luisotti
regia: Gabriele Lavia
maestro del Coro: Salvatore Caputo
scene:Alessandro Camera
costumi: Andrea Viotti
assistente alla regia: Michele Mangini
assistente alle scene: Andrea Gregori
assistente ai costumi: Anna Missaglia

Massimiliano: Giacomo Prestia
Carlo: Aquiles Machado
Amalia Lucrecia Garcia
Francesco: Vladimir Stoyanov
Arminio: Walter Omaggio
Moser: Dario Russo
Rolla: Massimiliano Chiarolla

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo
Nuovo allestimento del Teatro di San Carlo in coproduzione con il Teatro La Fenice di Venezia


Dal Teatro San Carlo di Napoli dove è andato in scena nel marzo 2012, Rai 5 propone uno dei drammi di Verdi meno rappresentati, per la regia di Gabriele Lavia. L'artista ripropone, dopo 25 anni, la messa in scena dell'opera verdiana ispirata al famoso testo di Schiller, che più volte l'ha visto protagonista di successo nelle vesti di attore.

Melodramma tragico in quattro atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Andrea Maffei, maestro del coro Salvatore Caputo. Orchestra e al Coro del Teatro San Carlo. La regia televisiva è di Annalisa Buttò.

Un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro La Fenice di Venezia, la direzione di Nicola Luisotti e un cast vocale di pregio - Massimiliano Giacomo Prestia, Carlo Aquiles Machado, Amalia Lucrecia Garcia, Francesco Artur Rucinski, Arminio Walter Omaggio, Moser Dario Russo, Rolla Massimiliano Chiarolla - segnano il ritorno al Teatro San Carlo di Napoli de I Masnadieri che mancava da Napoli dal 1849, quando andò in scena in una versione pesantemente censurata.

La storia de I Masnadieri si svolge in Germania all'inizio del secolo XVIII. Carlo, figlio del reggente di Moor, riceve una lettera che crede del padre (e che invece è stata scritta dal suo perfido fratello, Francesco) in cui gli si annuncia di essere stato ripudiato e diseredato per avere abbandonato la casa. Per farsi giustizia, Carlo si pone a capo di una banda di Masnadieri. Francesco annuncia mentendo al padre a alla fidanzata del fratello, Amalia, che vorrebbe conquistare, la morte di Carlo.
Quest'ultimo scopre l'inganno, ma non ha la forza di punire Francesco. Poi ritrova il padre, che era stato gettato in prigione; e a questo punto decide di punire il colpevole, nessun perdono è più ammesso. Francesco, braccato, si impicca. Muoiono tragicamente anche il reggente e Amalia. Carlo, sfiduciato è distrutto, si consegna alle guardie.

«I masnadieri rappresentano l'ultima generazione di giovani senza futuro che anelano alla libertà, oltre ogni limite e legge spingendosi fino alla rovina, al fallimento, alla morte. […] sono i giovani ribelli di tutte le epoche, che credono di potere arraffare il loro futuro, sono figli di padri che non ne comprendono le aspirazioni, come i due fratelli Carlo e Francesco che esprimono il loro disagio spingendosi oltre ogni limite. Il fallimento dei loro ideali è il loro destino». Gabriele Lavia
La puntata di Prima della Prima - 1-5-2012

Spoiler: Apri
Note in calce o aggiunte

Recensione GBOPERA